|  Login
I Nostri Viaggi * EUROPA * Finlandia domenica 28 maggio 2017
Racconto di Viaggio in Finlandia Riduci
Viaggio in Finlandia
 
Periodo Agosto 2006
 
Durata : 6 notti
 
Hotel Scandic
 
Primo e secondo giorno.Ci siamo imbarcati sulla Viking line da Stoccolma per raggiungere Helsinki. Ricordatevi di prenotare una cabina, i costi sono bassi e vi permette di depositare borse e valige. Dopo circa 5 ore di navigazione nel baltico, si arriva a Mariehamn, isola delle Aland. Qui ci fermiamo per due notti. ( Hotel Scandic Savoy, Nygatan 10 )
L’isola è piccola, anche in bicicletta si può andare da un porto all’altro sulle due coste.
Il centro dell’isola è in pratica la via principale, dove trovate ristoranti vari, anche italiani, e pasticcerie. Vi consigliamo di provare il dolce tipico dell’isola che si chiama Aland pancake, un insieme di semolino, panna montata e marmellata di fragole…una leccornia.
Se volete poi smaltire le calorie, in bicicletta potete girare con tranquillità e godervi i moli o le foreste interne. Ci sono ancorate delle bellissime barche con cui è anche possibile uscire in mare aperto oppure potete visitare la nave museo Pommern, che è un brigantino a 4 alberi del 1903 ben conservato. Noi ci siamo anche dedicati un pomeriggio in piscina, sempre vicino al molo. Con giochi d’acqua, è sia al coperto che allo scoperto e il panorama che si gode è splendido. Solo, per gli uomini, ricordatevi di non indossare costumi con le tasche o non vi fanno entrare. Regole finlandesi…La mattina dopo abbiamo preso un bus , che parte dalla piazza del mercato, e siamo andati a vedere il castello di Kastelholm, che risale al 1300. Lì vicino c’è un museo all’aperto con edifici tradizionali e mulini a vento. E’ un posto sperduto e proprio per questo piacevole da visitare. Occhio a non perdervi il bus per rientrare! Non passa nessuno…

 

   Helsinky    Vasteras   parco aulanko.

Terzo Giorno: Helsinki già vista dalla nave mi è subito piaciuta. Ha un non so che di piccolo e di familiare.
Il nostro hotel, Scandic Grand Marina, era comodissimo e l’abbiamo raggiunto a piedi una volta sbarcati. Sempre a piedi si arriva poi al molo dove c’è il mercato all’aperto e il meraviglioso mercato del pesce, Il kauppatori. Ho adorato quel posto! Negozi che sembrano boutique e vendono pesce, ma non solo anche pane e insaccati, ad esempio di renna. Ci siamo fermati, in uno dei ristorantini interni al mercato e abbiamo mangiato una indimenticabile zuppa di salmone, servita in piatti da design! 14 euro in due compreso il bere. E poi ho fatto incetta di crostini di pesce in tutti i modi..Sul design in Finlandia non si scherza. C’è una gran cura dei particolari e sono molti i negozi per la casa nel centro di Helsinki, anche a prezzi vantaggiosi.
Helsinki, si visita a piedi. Il Senato è subito dietro al mercato così come la chiesa ortodossa di Uspenski. Bello passeggiare per l’Esplanadi, dove c’è anche un palco sul quale ogni pomeriggio si esibisce qualcuno e gratuitamente ci si può fermare a vedere lo spettacolo. Un po’ più distante, ma ne vale la pena, è la chiesa di Temppeliaukio. E’ una chiesa moderna, scavata nella roccia. Se vi perdete, non preoccupatevi i finlandesi sono molto disponibili e davvero tutti, anche gli anziani, conoscono l’inglese….come da noi….
Infine qualche ora si può dedicare a Suomenlinna, isola fortezza dell’impero svedese che si raggiunge con dei traghetti che partono dal mercato. Resti dei bastioni, qualche museo ed una particolare chiesa-faro. Niente di eccezionale, ma piacevole.
 
Quarto giorno: Presa l’auto , tramite europcar, siamo usciti da Helsinki.Prima tappa all’idilliaco parco Aulanko ovvero al Finlandia delle grandi foreste e dei mille laghi. Bisogna fare il biglietto all’entrata e poi si gira in auto fermandosi dove si vuole. Da non perdere la  torre per lo splendido paesaggio che si può vedere. Tornati sulla strada principale, si incontra il castello di Hame, che ospita un museo con abiti e arredi d’epoca.  La nostra meta era Tampere, o meglio una sua frazione Pyynikintie numero 13 all’Hotel Scandic Rosendahl. Non sembrava di essere in Finlandia: c’erano campi da beach volley e ragazzi in costume che si tuffavano nel lago. Per noi l’acqua era decisamente troppo fredda, ma ci siamo sdraiati in spiaggia a prendere il sole!
 
Quinto giorno: ripresa l’auto ci siamo recati a Rauma vecchia. Cittadina, patrimonio dell’umanità, con tante piccole casette d’epoca e caratteristica. Strano però che ci fosse pochissima gente a visitarla..Molto graziosa è la cittadina di Naantali, al contrario fin troppo affollata. Ha un bellissimo porto pieno di  imbarcazioni,su cui si affacciano bar e ristoranti.
Infine siamo arrivati a Turku. Lì abbiamo visitato il museo all’aperto dell’artigianato dove uomini e donne in costume ti spiegavano gli antichi mestieri. C’è anche il castello e svariati altri musei,ma globalmente la città non ci è piaciuta. Abbiamo pernottato all’Hotel Julia ( Via Eerinkikatu, 4 ) che aveva la stranezza di non avere un atrio sulla strada…per trovarlo si doveva entrare in una sorta di cinema multisala ed individuare la reception. Le camere erano poi raggiungibili con un ascensore interno che funzionava solo con apposita chiave. Il massimo della sicurezza direi, ma anche un po’ troppo complicato per i nostri gusti. Rispetto alle altre amene cittadine, Turku ci è parsa piuttosto anonima. Sarà stato anche il tempo che si era guastato, comunque la mattina dopo abbiamo preferito fare subito ritorno nella frizzante Helsinki. Ultima nota curiosa: i parcheggi. I parcheggi a pagamento in Finlandia funzionano con dei gettoni. Si paga ad una apposita macchinetta, che rilascia un gettone, che serve poi per poter uscire dal parcheggio. Solo che le istruzioni sono scritte in finlandese! Idem per i distributori di benzina fai da te… e per questo motivo il mancato rabbocco della benzina c’è costato non poco da parte di europcar!
 

Sesto giorno : ci godiamo l’atmosfera di Helsinki. Cena al ristorante Vespa, alla fine dell’Esplanadi al numero 22. Niente di particolare, informale ed economico, c’è anche la pizza. E andiamo in esplorazione della stazione perché da lì la mattina dopo dobbiamo prendere il treno Sibelius per San Pietroburgo.

Continua in Russia 

 

 CLICCA SULLA CARTINA DELLA FINLANDIA

         Stampa    
VAI ALLE FOTO Riduci
         Stampa    



Home  |  Chi_Siamo  |  I Nostri Viaggi  |  Le nostre foto  |  I viaggi dei nostri amici  |  Sponsors
Copyright (c) 2007
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation